.
Annunci online

Dove c'è Serpenta, c'è casa.
SANREMO 2009 : 5 ° ED ULTIMA SERATA
post pubblicato in Diario, il 22 febbraio 2009


 VINCE MARCO CARTA

Vittoria a sopresa (ma poi mica tanto) per il ragazzino sardo, riciclato dal reality Amici. Una vittoria che rappresenta la meno peggio nella rosa dei tre finalisti (Povia, Sal Davinci, e Carta), e che se da un lato rasserena le comunità gay dallo scampato pericolo omofobo targato Povia, dall'altra celebra la mediocrità musicale.
In realtà si tratta forse dellla giusta ciliegina su una torta ormai avariata, e che con Bonolis non ha certo brillato di freschezza. La musica è stata nettamente inferiore agli altri anni e forse la vera gara è stata quella tra i giovani. Tra i big solo tanta miseria, pochissima nobiltà. Un pizzico di bellezza, fascino ed intensità ci è pervenuta solo dai seni nudi e dalla voce ancora incantevole di Patty Pravo, la vincitrice morale del festival. Ahimé, per lei neanche il premio della critica (andato agli AfterHours), e neanche quello della sala stampa (andato al relitto umano Povia).
La notizia della vittoria di Carta è arrivata come un lacerante colpo al cuore per il povero ragazzo, forse ignaro di quante ragazzine potessero aver seguito il requiem sanremese. O forse, ci sarà dell'altro dietro, viste le recenti e sconvolgenti rivelazioni sulla veridicità del televoto. Proprio ieri molti ascoltatori in radio hanno detto di aver votato Dolcenera ed aver ricevuto la risposta della voce elettronica: Grazie per aver votato Al Bano.
Misteri del festival, misteri italiani, o forse solite polemiche.
Poteva andare molto peggio di come andata, e allora va in fondo bene così. Ma Caro Sanremo, i voti di Serpenta, proprio non ve le risparmierete.

 PAOLO BONOLIS: 4
Fintamente simpatico, fintamente buono, caritatevole, commovente. Italiano pessimo, e pessime idee inserite in un festival tanto celebrato per gli ascolti, quanto povero di buona musica. Si porta dietro una scimmietta dal nome Laurenti, e ripropone sull'Ariston quelle agonizzanti battutine che già faceva altrove. E con la chicca di Maria De Filippi e Marco Carta, sancisce il definitivo sbarco di Mediaset sulle reti Rai. Per lui un'edizione soddisfacente, per noi un volto ed un nome da dimenticare.
 POVIA: 0
Quando i bambini facevano Oooh pensavamo che fosse scemo. Poi quando voleva avere il becco ci siamo detti: questo è proprio bollito. Ora che l'abbiamo visto con questi slogan, con quella canzone, con quelle parole, abbiamo capito qual era la verità. E' semplicemente profondamente cattolico, e questo spiega probabilmente tutto.

 PATTY PRAVO: 10
La vincitrice morale del Festival.

 GRAZIA DI MICHELE: 0    
Forte sostenitrice dell'espulsione di Marco dalla scuola di Amici, si è vista prima sventolare il trofeo del reality sotto i suoi occhi, e poi vedere il sorriso del sardo trionfare sul palco dell'Ariston. Per lei che non vedeva talento né possibilità alcuna nel giovane cantante, un bel 0. Ora starà rosicchiando le porte di casa.

 
SEPARATE ALLA NASCITA
ARISA VS SIGNORINA CARLO

FESTIVAL DI SANREMO: 6, solo per la sezione giovani.


Di quel talento antico
meglio dir non dico,
di quell'aria da so far tutto io,
meglio pensar a quanto sia perfido Dio.
Oh povera Patty,
di oro ricoperta,
di seno svestita,
oh guarda com'è amara la vita.
Stolta e non credente,
ora sai che quando la fede è assente,
no, non può riempir di ragione,
la fine di una carriera che è sol prigione,
di sentimenti chiusi nell'età che fu,
e che ormai povera Patty,
no, non tornerà proprio più.
E tu mio caro Povia,
salito sul palco in nome di Dio,
no, non dovevi salir al posto mio.
E così, scatenando in me ira e rabbia,
sarai condannato in eterno ad ingoiar sabbia.

aaaaaaaaaaaaAAAAAHAHAH AHAHAHAHAH

Sfoglia gennaio        marzo
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv